Passa ai contenuti principali

CAMPO ESTIVO 2023

Giovedì 31 agosto alle ore 8.00 sono partito per il Campo Estivo della mia squadra di karate, il Garda Karate Team. 

Siamo saliti sul pullman e io mi sono subito seduto verso il fondo, accanto ad uno dei miei compagni. 

Il viaggio è durato un paio d'ore: io ho chiacchierato, riso, scherzato, giocato con il mio amico e con gli altri...non mi sono proprio reso conto del tempo che passava!

Siamo arrivati all'Hotel Rifugio Sores dove ci ha accolti Andrea che ci ha dato il suo benvenuto e poi Giovanni e Barbara ci hanno divisi nelle camere. All'inizio ero un po' dispiaciuto perchè mi avrebbe fatto piacere stare in stanza con altri miei compagni di squadra...ma dopo poco ho conosciuto meglio i due bambini che avevo in camera, entrambi molto simpatici!

Ci siamo sistemati nelle stanze e in seguito siamo stati un po' di tempo a giocare nel parco di fronte all'albergo: c'erano il minigolf, il tavolo per il pincanello, le altalene, le amache...l'imbarazzo della scelta! 

Andrea ha poi suonato il campanaccio: era pronto il pranzo! Ci siamo ritrovati tutti insieme nella sala da pranzo: due grandi tavolate di noi ragazzi e un altro tavolo per coach e genitori. Pensavo che le mamme o i papà venissero a controllarci, invece ci hanno lasciato mangiare tranquilli e ci hanno aiutato solo in caso di bisogno! 

Nel pomeriggio Gio e Barbara ci hanno consegnato le magliette ufficiali del campo: che bel ricordo!!! Le abbiamo indossate tutti subito, eravamo proprio belli ...In seguito siamo andati nel prato accanto all'hotel e abbiamo fatto allenamento: un po' di corsa e poi qualche esercizio che facciamo solitamente in palestra. Certo, all'aria aperta, in montagna, con un bel sole ma con un'aria frizzantina è stata tutta un'altra cosa! 

Concluso l'allenamento abbiamo giocato ancora un po' e poi ci siamo lavati, in attesa della cena. 

Il dopo cena è stato uno dei momenti più belli: abbiamo giocato fuori all'aperto, poi un po' a carte, abbiamo chiacchierato, riso e scherzato tra di noi finchè i coach ci hanno spediti in camera a dormire...io ero un po' agitato e adrenalinico, pensando alla giornata che avevo vissuto, ma ero anche stanco! In un attimo mi sono addormentato...

Al mattino Gio e Barbara sono passati stanza per stanza a darci la sveglia: io e i miei compagni ci siamo alzati e preparati e siamo scesi per la colazione. 

Dopo aver mangiato, abbiamo fatto allenamento di fronte all'albergo, grandi e piccoli insieme. Io i grandi li guardavo spesso, cercavo di imitare i loro movimenti e di capire bene ciò che stavano facendo...mi sembrano sempre così bravi! Spesso mi ritrovo a pensare che un giorno mi piacerebbe essere come loro!

In un attimo è arrivata l'ora di pranzo. 

Nel pomeriggio zainetto in spalla e siamo partiti per l'escursione: la guida che ci ha accompagnati ci ha raccontato molte cose interessanti sul bosco, gli animali che lo abitano, le piante che ci crescono...ho camminato tantissimo e ad un certo punto non vedevo l'ora di tornare in hotel...ma che bei paesaggi ho visto! Siamo anche saliti su alcune balle enormi di fieno! Non l'avevo mai fatto! 

In albergo ci siamo fatti tutti una bella doccia (ne avevamo proprio bisogno...) e poi siamo scesi per la cena. Dopo aver mangiato, siamo usciti nel parco e un nostro compagno di squadra ha iniziato a fare le treccine ai capelli. I miei compagni si sono messi in fila, hanno scelto i colori dei fili e hanno pazientemente aspettato il loro turno...poi abbiamo giocato a pincanello, a carte e siamo andati a dormire. 

Sabato è stata la mia giornata preferita: al mattino ci siamo allenati tutti insieme...ma nel pomeriggio siamo stati al Parco Avventura! Lo staff del Sores ci ha spiegato alcune semplici regole da seguire, ci ha consegnato caschetto e imbragatura e siamo partiti! Io mi sono subito alla prova con il percorso base ma una volta capito il meccanismo ho fatto un percorso dopo l'altro, anche quelli un po' difficili! Non credevo proprio di riuscire a vincere la paura, invece così è stato e mi sono sentito molto orgoglioso per avercela fatta! 

Dopo la doccia e la cena, abbiamo giocato giocato e giocato ....tutti insieme! 

Poi Andrea ha acceso il braciere e ci ha fatto arrostire i Marshmallow, che buoni!!! Non li avevo mai assaggiati arrostiti ed erano una vera bontà...attorno al fuoco abbiamo sistemato alcune sedie e ci siamo seduti in cerchio...il fuoco scoppiettava nel braciere, illuminava il giardino e ci riscaldava...ci siamo messi a cantare...e qualcuno persino a ballare! Avrei voluto che quell'ultima serata di Campo non finisse mai...è stato bellissimo stare con i miei compagni, tutti insieme allegri e spensierati...

L'indomani mattina abbiamo avuto il tempo di fare colazione e sistemare le nostre valigie e poi siamo partiti per il rientro. 

In questi giorni i genitori quasi non li abbiamo visti...sono entrati in camera un paio di volte ma era tutto a posto, non ci serviva nulla! Abbiamo gestito le nostre cose da soli, senza perdere niente. Qualche vestito un po' stropicciato c'era ma abbiamo cercato di tenere almeno un pochino in ordine, ognuno le sue cose...


Devo proprio ringraziare Giovanni e Barbara che anche quest'anno, invece che stare a casa a riposare dopo una stagione attiva e intensa come quella che abbiamo vissuto, hanno deciso di portarci al Campo Estivo in montagna. Non è assolutamente una cosa da poco, un gran sacrificio e una responsabilità enorme...che non tutti gli allenatori si prendono. 

Ma si sa...

Garda Karate Team...NOI SIAMO DIFFERENTI!!!


Sponsored by:












Commenti

Post popolari in questo blog

PRESENTIAMO IL NOSTRO PREPARATORE ATLETICO 💪🏼🤩💯

Definito come Metodologo dalla Scuola dello Sport del Coni (Sport Scientist in lingua anglosassone) oggi vi presentiamo uno “specialista delle Attività Motorie e Sportive"…si tratta del Professor Walter Stacco.  La sua esperienza agonistica nasce in giovane età nelle discipline sportive del nuoto, canottaggio e sci alpino per poi continuare la sua inclinazione naturale occupandosi di tutto quello che è sport di alto livello.  Consegue la laurea all’Isef alla Cattolica Sacro Cuore con 110 e lode. Vince la borsa di studio del CONI- Università dell’Aquila e partecipa al corso biennale di specializzazione in Tecnica e Pratica Sportiva (ex corso per Maestro dello Sport) presso la Scuola dello Sport Coni-Roma, anche qui conseguendo la Lode a menzione su una tesi sulla preparazione fisico-atletica. Docente per la Scuola Regionale dello Sport del CONI Lombardia, è anche docente nei corsi per la formazione tecnica della Fijlkam e della Federkombat. Dal 1981 insegna nelle scuole di ogni o

STAGE CON IL MAESTRO GAIDO E I SUOI CAMPIONI:ALLESINA E MONTANARI

Giovedì 13 luglio: sono le ore 15.30 e un gruppo di atleti del Garda Karate Team si è dato appuntamento alla palestra OverGym di Cunettone di Salò.  I nostri ragazzi del ParaKarate e un gruppo di agonisti hanno avuto l'onore e il privilegio di trascorrere il pomeriggio con il maestro Rolando Gaido e due dei suoi atleti: Mattia e Daniele.  Mattia Allesina è il campione europeo in carica nel Para Karate e Daniele Montanari nello stesso campionato si è classificato al 7° posto. I ragazzi si sono subito ambientati: indossato il karategi, sono saliti sul tatami e hanno iniziato a ripassare i kata, scambiandosi consigli e facendosi complimenti a vicenda. Bellissimo vedere questi due campioni che con molta umiltà si confrontavano tra di loro... L'allenamento è poi iniziato: il maestro Gaido ha chiesto a Mattia e Daniele di mostrare uno dei kata che hanno imparato. Silenzio assoluto in palestra e occhi puntati sui due karateka. I nostri ragazzi erano tutti rapiti dai loro movimenti e i

PRESENTIAMO LA NOSTRA ESPERTA DI VISUAL TRAINING

  Chiara Capuccini, classe 1990, consegue il titolo di studio come Ottico-Optometrista e poi prosegue con un master di specializzazione in visual training sportivo , rieducazione visiva DSA e rieducazione visuo posturale.  Ama le passeggiate nella natura, gli animali e naturalmente il suo lavoro! L’ Optometrista è una figura professionale esperta nell'educazione visiva. Dal punto di vista medico, lavora per prevenire e correggere eventuali difetti visivi o anomalie della vista, dal punto di vista del potenziamento, lavora per insegnare e allenare l’occhio a performare al meglio. Un approccio accurato di visual training, porta l'atleta ad un miglioramento notevole delle prestazioni visive e quindi a potenziare le prestazioni sportive. Nel karate quello che si cerca di potenziare sono: la capacità reattiva dell’atleta (per permettere di schivare i colpi e aumentare la concentrazione), la coordinazione binoculare per mantenere una continuità di fissazione visiva su un oggetto (n